Vai ai contenuti

Missione in Afghanistan: CIMIC a supporto di ospedale ad Herat

DIEGO CROTTI PHOTOGRAPHY
I militari del Contingente Italiano della missione in Afghanistan donano medicinali al Dipartimento della Salute e all’Ospedale Civile di Herat
Oggi, i militari della Cellula di Cooperazione Civile e Militare italiana del Train Advise Assist Command West (TAAC W), su base Brigata Aeromobile “Friuli”, provenienti dagli specialisti del Multinational CIMIC Group di Motta di Livenza (TV), hanno donato farmaci e materiale sanitario al Dipartimento della Salute e all’Ospedale Civile di Herat.
I medicinali, pervenuti da diverse aziende farmaceutiche, raccolti e messi a disposizione dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus nell’ambito dell’Accordo tra il COI (Comando Operativo di vertice Interforze), l’Ordinariato Militare e la citata ONLUS, saranno destinati ad attività di supporto umanitario in Afghanistan, attraverso le quali verranno forniti gratuitamente alle popolazioni che vivono in condizione di povertà.
L’Accordo prevede che il materiale sanitario raccolto dalla Onlus venga trasportato, con vettori militari, nelle aree in cui operano le Forze Armate italiane e che venga distribuito alla popolazione per mezzo di attività di Cooperazione Civile e Militare - CIMIC, una volta siglati accordi e intese tra il personale militare e le autorità rappresentanti le comunità locali.
In tale ambito, peraltro, gli Advisor del TAAC W continuano a pianificare e condurre numerosi corsi formativi a favore del personale dell’Afghan National Army (ANA). In particolare, personale sanitario dell’Ospedale da Campo Italiano Role 2 situato all’interno della base italiana di Camp Arena, continua a fornire attività di addestramento, consulenza e assistenza a favore di Ufficiali e infermieri afghani dell’Ospedale Militare del 207° Corpo d’Armata dell’ANA, di stanza a Camp Zafar.
​Le funzioni principali della missione Afghanistan Resolute Support sono contenute nello Status of Forces Agreement SOFA firmato a Kabul il 30 settembre 2014 dal Presidente afgano, subito dopo ratificato dal parlamento, che definisce termini e condizioni del dispiegamento della nuova forza multinazionale di RS e quali saranno i compiti principali da assolvere, tra cui:
• Supporto alla pianificazione, programmazione ed impiego delle risorse finanziarie nel lungo termine;
• Assicurare trasparenza, affidabilità e vigilanza in ottica anticorruzione;
• Supportare l’aderenza ai principi dello stato di diritto e di buon governo;
• Supportare e sostenere processi quali arruolamento, addestramento, gestione e crescita del personale, anche tramite fornitura di materiali ed equipaggiamenti;
• Intelligence;
• Comunicazione strategica






Torna ai contenuti